Ed io, avrò “curia” di voi….. parte prima

1.In questi giorni è balzata agli onori della cronaca la presunta inagibilità del palazzo della Curia Vescovile, in parte occupato da alcuni uffici comunali. Il gran clamore si è creato a seguito della conferenza stampa del Movimento 5 stelle termolese. Ebbene, provando a ricostruire la vicenda, mi pare di capire che a seguito dei recenti terremoti, i trenta e più dipendenti comunali che in quello stabile ci lavorano, abbiano domandato all’Amministrazione spiegazioni e chiesto inoltre accertamenti finalizzati ad alleviare le loro più che legittime preoccupazioni. A questo punto però, mettendo da parte tutti i pareri di tecnici ed amministratori, io credo che il nocciolo della questione sia solo uno: l’edificio è agibile o no? Ora, siccome l’agibilità, per quel poco che mi consta, non è solo una questione di staticità, mi chiedo, i servizi igienici sono idonei?…gli impianti siano adeguati?…e soprattutto, si riesce a garantire anche alle categorie più deboli un agevole accesso a quegli uffici comunali? Volendo anticipare la risposta, direi…decisamente NO. Basti pensare alle barriere architettoniche presenti (le scale del portone di ingresso). Sarebbe interessante scoprire quanti cittadini, impiegati e amministratori siano a conoscenza della possibilità di utilizzare l’ascensore anche al di fuori della struttura; neppure un cartello che ne indichi la possibilità. Solo per queste semplici considerazioni, ritengo che gli uffici comunali non dovrebbero proprio risiedere in quello stabile. Infine, siccome sono una persona a cui piace andare a fondo nell’esame delle questioni, ho approfondito anche gli aspetti statici del palazzo; ecco, da quello che ho capito, negli anni 50, per ricavare al piano terra una sala da cinema ed evitare la presenza di ingombranti pilastri, si sono costruiti muri portanti molto distanti tra di loro, su cui poggiano i solai dei vari piani. Queste caratteristiche strutturali, e non ci vuole certo un ingegnere per capirlo, rende quel palazzo particolarmente pericoloso in caso di sisma, in altre parole particolarmente vulnerabile. Ma su questa importante conclusione aspetteremo gli esiti della verifica sismica che l’Amministrazione pare aver in qualche modo richiesto ai proprietari dell’edificio
Ciro Stoico

Ed io, avrò “curia” di voi….. parte primaultima modifica: 2017-02-27T18:06:48+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento