Il Passerotto, la Mucca, il Lupo e …….le STRADE.

In un giorno di freddo ma soleggiato un passerotto che non sapeva ancora volare, spinto dalla voglia di scoprire il mondo, si sporse troppo dal nido e cadde. Una volta a terra impossibilitato a ritornare nel nido cominciò a cinguettare, nella speranza di richiamare l’attenzione della madre. Il tentativo però si dimostrò vano. Al contrario della madre, udì il cinguettio una mucca che vedendolo a terra, infreddolito e spaventato, si avvicinò. Una volta vicino comprese l’accaduto e disse al povero passerotto di non preoccuparsi di quello che lì a poco avrebbe compiuto. La mucca si girò e posizionato il suo di dietro in sua corrispondenza gli fece cadere addosso una torta di letame. Fatto questo lo rassicurò e gli consigliò di rimanere in silenzio in attesa della madre. Il passerotto trascorsi pochi minuti e infastidito dal letame, incurante del consiglio ricevuto, riprese a cinguettare. Sfortunatamente per lui lo udì un lupo che una volta avvicinatosi lo tirò fuori dal letame, lo rassicurò, lo lavò accuratamente e poi se lo MANGIO’. Fatto: la Mucca con il suo gesto gli creò un posto CALDO, lo NASCOSE da eventuali predatori e gli diede un valido consiglio; il Lupo invece lo tirò fuori dal letame; gli prestò le attenzioni e lo lavò, ma poi se lo mangiò. Morale : Non sempre chi ti mette nella “CACCA” vuole il tuo male e non sempre chi ti accarezza vuole il tuo bene.
L’Assessore all’Urbanistica e NON ai Lavori Pubblici Pino Gallo si è limitato a leggere le carte prodotte dalla Struttura Tecnica del comune e alle indicazione di chi detiene la delega ai Lavori Pubblici il sindaco avv. Angelo Sbrocca.
P.S. rimango perplesso come la testata di Primonumero confonda gli assessorati….

Ciro Stoico

Il Passerotto, la Mucca, il Lupo e …….le STRADE.ultima modifica: 2017-01-19T18:32:55+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento