Grano contaminato, la difesa dell’indagato molisano

Farmer Harvesting Wheat Near FianoACQUAVIVA COLLECROCE – Un imprenditore di Acquaviva Collecroce, Rossano Grimaldi,  è indagato in merito alle indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Pesaro su una presunta partita di grano contaminato. La sua famiglia prende le difese del congiunto ribadendo che “Le indagini sono in corso e non possiamo essere accusati prima che finiscano”. E il fratello di Rossano, Marcello Grimaldi, risponde alle accuse e ribadisce l’onestá del loro operato nei cinquanta anni di attività familiare: “Abbiamo sempre lavorato nel rispetto di tutto e di tutti, siamo persone oneste e pulite, aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso”. Le indagini condotte dalle Fiamme gialle delle Marche hanno fatto scoprire un presunto giro di grano contaminato dall’Est e venduto in Italia ed Europa come biologico e che ha portato Rossano Grimaldi agli arresti domiciliari nella sua abitazione Acquaviva Collecroce. Il legale dell’indagato, Luigi Coscia, ha già presentato il ricorso al Riesame e si prepara anche a quello in Cassazione, ribadendo l’estraneità dai fatti del suo assistito e l’attività svolta in campo agricolo e biologico attraverso operazioni lecite.

Grano contaminato, la difesa dell’indagato molisanoultima modifica: 2014-02-28T15:25:24+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento