Bonus ai dirigenti regionali, Di Pietro interroga i tre ministri competenti

Bonus.jpgROMA – Il presidente dell’Italia dei Valori on. Antonio Di Pietro è tornato ad occuparsi della Regione Molise. Questa volta, oggetto della sua ultima interrogazione indirizzata al Ministro dell’Interno, al ministro dell’economia e delle finanze, al Ministro per la Pubblica Amministrazione e per la semplificazione, è stata l’elargizione di bonus ai dirigenti regionali trai quali figurano anche Elvio Carugno.

 Un dirigente che si trova in galera con l’accusa di peculato aggravato e continuato per aver sottratto soldi regionali e Antonio Guerrizio, che risulta essere, ad oggi, sotto inchiesta. Se per Carugno il premio non verrà erogato prima che tutti gli accertamenti del caso saranno stati espletati, per Guerrizio  il bonus di 11.718 euro sarà disponibile da subito. “Il Molise  – ha sottolineato Di Pietro – ha il primato per la spesa pubblica primaria delle Pubbliche Amministrazioni che “Bankitalia ha rilevato in 4100 euro pro capite nel triennio 2008-2010 contro i 3300 euro della media nazionale. È opportuno istituire un meccanismo di controllo del nucleo di valutazione delle performance dei dirigenti degli uffici pubblici.  Non è più possibile assistere a sperpero di denaro pubblico e ad  ingiustizie sociali a discapito dei cittadini contribuenti molisani”.

Bonus ai dirigenti regionali, Di Pietro interroga i tre ministri competentiultima modifica: 2012-07-31T16:32:00+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento