Sicurezza edifici scolastici e ricostruzione post sisma, Cristiano Di Pietro interroga Iorio

Sicurezza Scuole.jpgCAMPOBASSO – Sono trascorsi 10 anni dal grave evento sismico che colpì il Molise  e, in particolare, San Giuliano di Puglia dove, il crollo dell’edificio scolastico a seguito della forte scossa, costò la vita a 27 bambini e alla loro maestra. Da allora, dopo anni di gestione commissariale, molto resta ancora da fare in materia di ricostruzione e di messa in sicurezza di vari edifici.

 È proprio in merito alla ex “Gestione Commissariale Attività Post Sisma” che il consigliere regionale Cristiano Di  Pietro ha presentato al presidente della Regione Molise, Michele Iorio, un’interrogazione a risposta scritta e orale per chiedere delucidazioni circa gli  interventi effettuati a favore degli edifici scolastici relativamente ai fondi pubblici per la ricostruzione post sisma erogati a favore del Molise. Il consigliere Di Pietro ha fatto poi riferimento, nel testo dell’interrogazione, a due casi emblematici della fase di ricostruzione: San Giuliano di Puglia  e Fossalto. “Un articolo apparso sul quotidiano “La Repubblica” il 25 giugno scorso – ha sottolineato l’esponente IdV  –  racconta, tra le altre cose, di come San Giuliano abbia perso i connotati che la caratterizzavano per lasciare il posto ad “un ciclopico esperimento urbanistico carico di bruttura e disumanizzazione di tutto il tessuto cittadino, con relativo spreco di denaro pubblico che ancora oggi comporta oneri per lo Stato. Accanto a San Giuliano  – ha continuato Di Pietro – abbiamo poi il caso della scuola di Fossalto, ancora inagibile a causa di seri problemi strutturali nonostante i 400.000 euro spesi per i lavori di adeguamento sismico. Una questione  – ha ricordato – sulla quale è intervenuto anche il presidente dell’Italia dei Valori, on. Antonio  Di Pietro che, ravvisando profili di natura penale e di responsabilità contabile, per i soggetti che a vario titolo, direttamente o indirettamente sono stati coinvolti nei lavori di adeguamento sismico dell’edificio scolastico, ha presentato un esposto denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Campobasso e alla Procura regionale presso la sezione giurisdizionale della Corte dei Conti del Molise. “Considerate le diverse tipologie di danni strutturali subiti dalle scuole  –rileva l’esponente dell’IdV- ci rivolgiamo a Michele Iorio, in qualità di ex commissario alla ricostruzione, per sapere se sia stata effettuata una valutazione della vulnerabilità delle strutture scolastiche, quanto sia costata e se sia stata effettivamente presa in considerazione al momento dello stanziamento dei fondi. In virtù della dichiarazione dello stato d’emergenza –ricorda il consigliere- al presidente della Regione Iorio erano stati concessi ampi poteri di Commissario nella gestione della fase post-terremoto. È proprio in relazione al  ruolo rivestito negli ultimi dieci anni che abbiamo chiesto a Iorio di sapere, per quanto di competenza dell’ex Struttura Commissariale Attività post sisma,  quali tipi di interventi strutturali siano stati finora realizzati, se ce ne siano ancora in corso d’opera e quanti fondi destinati alla Ricostruzione post sisma siano stati effettivamente destinati agli interventi sugli edifici scolastici. Vorremmo poi sapere a quanto ammonta il finanziamento erogato per ogni singolo comune che ne ha fatto richiesta e quali siano state le motivazioni alla base dell’erogazione o meno dei fondi”. In ultimo, ma non da ultimo, il consigliere Di Pietro ha chiesto se il Commissario delegato o la struttura commissariale, per determinate soglie di importo, abbia elargito nomine dirette a ditte o tecnici per ogni singolo intervento, per quali figure professionali siano state assegnate tali nomine e in base a quali criteri. 

Sicurezza edifici scolastici e ricostruzione post sisma, Cristiano Di Pietro interroga Iorioultima modifica: 2012-06-30T05:57:00+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento