Richiesta di interventi presso la sede centrale della scuola media “Oddo Bernacchia”

Scuola.JPGTERMOLI – Avendo ricevuto varie foto da alcuni genitori degli alunni della scuola media Oddo Bernacchia, abbiamo potuto constatare  alcune problematiche che fanno si che la scuola rispetti poco le norme d’igiene, a causa di visibili aloni di escrementi di volatili, e di sicurezza (la scuola non possiede il C.P.I)  e quindi abbiamo deciso di rivolgerci subito agli enti competenti per fare in modo che queste problematiche  vengano risolte al più presto, visto che la scuola  è frequentata da  molte persone (molti alunni e il personale che ci lavora)  almeno 5 ore al giorno (escludendo varie attività pomeridiane).

 Gli interventi di rimessa a norma di sicurezza e di igiene devono essereattuati al più presto perché non c’è molto tempo a disposizione (le lezioni riprenderanno tra poco più di due mesi) e perché ci sono varie norme vigenti per la sicurezza e per la funzionalità didattica che riguardano proprio questo caso, tra cui quelle del DLgs 81/08, come la seguente: 1.9 Microclima – 1.9.1.5. Qualsiasi sedimento o sporcizia che potrebbe comportare un pericolo immediato per la salute dei lavoratori dovuto all’inquinamento dell’aria respirata deve essere eliminato rapidamente. Inoltre, l’art. 28 del nuovo decreto legislativo ha integrato tale articolo aggiungendo il comma e-bis, che riportiamo insieme al resto dell’Art. 43. Disposizioni generali: 1. Ai fini degli adempimenti di cui all’articolo 18, comma 1, lettera t), il datore di lavoro: a) organizza i necessari rapporti con i servizi pubblici competenti in materia di primo soccorso, salvataggio, lotta antincendio e gestione dell’emergenza;
b) designa preventivamente i lavoratori di cui all’articolo 18, comma 1, lettera b); c) informa tutti i lavoratori che possono essere esposti a un pericolo grave e immediato circa le misure predisposte e i comportamenti da adottare; d) programma gli interventi, prende i provvedimenti e da’ istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave e immediato che non può essere evitato, possano cessare la loro attività, o mettersi al sicuro, abbandonando immediatamente il luogo di lavoro; e) adotta i provvedimenti necessari affinché qualsiasi lavoratore, in caso di pericolo grave ed immediato per la propria sicurezza o per quella di altre persone e nell’impossibilità di contattare il competente superiore gerarchico, possa prendere le misure adeguate per evitare le conseguenze di tale pericolo, tenendo conto delle sue conoscenze e dei mezzi tecnici disponibili; e-bis) garantisce la presenza di mezzi di estinzione idonei alla classe di incendio ed al livello di rischio presenti sul luogo di lavoro, tenendo anche conto delle particolari condizioni in cui possono essere usati. L’obbligo si applica anche agli impianti di estinzione fissi, manuali o automatici, individuati in relazione alla valutazione dei rischi.
Altre norme vigenti riguardanti questo caso sono: Adottare le opportune misure dirette a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro (rif. art 15 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n°81- Norme in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro); Studiare in un ambiente confortevole, igienico e sicuro è un diritto dello studente, sancito anche dalla Carta dei Servizi Scolastici – titolo 3°- DPCM 7 giugno 1995. Fiduciosi di un vostro tempestivo intervento atto a far stare in tutta sicurezza gli alunni e i lavoratori e quindi per rendere idoneo l’edificio al suo ruolo.

Maria Assunta Mariani

 Presidente dell’Associazione “La Giusta Scuola” 

Richiesta di interventi presso la sede centrale della scuola media “Oddo Bernacchia”ultima modifica: 2012-06-30T06:02:00+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento