Facciamo finta che…

 giorgio-napolitano-torino.jpgIl 25 Aprile scorso il presidente Napolitano ha fatto, come tutti gli anni, l’elogio della resistenza e, come tutti gli anni ha fatto finta che le cose siano andate diversamente da come invece andarono effettivamente. Napolitano ha fatto finta che nella resistenza non fosse larghissimamente egemone il Partito Comunista Italiano ( al quale Napolitano apparteneva dopo essere stato “folgorato sulla via di Damasco” dato che prima era stato iscritto ai GUF, Gruppi Universitari Fascisti di Napoli.

Napolitano dirà più avanti: “Il GUF era in effetti un vero e proprio vivaio di energie intellettuali antifasciste, mascherato e fino a un certo punto tollerato” (Sic..!!) ) che non combatteva per dare la libertà agli italiani, ma bensì per sostituire al Fascismo la dittatura comunista di stampo Staliniano dove gli avversari politici non venivano mandati al confino a Ponza, ma nei gulag in Siberia, dove si stava talmente bene che il regime implose e cadde marcio su se stesso senza il bisogno, come invece dovette accadere per il Fascismo, di perdere una guerra contro i cinque più potenti eserciti del mondo. Napolitano ha fatto finta di non sapere che se i partigiani comunisti non riuscirono nel loro intento fu perché nel Febbraio del 1945 a YALTA, Stalin vendette loro ed il loro sogno agli Americani. Napolitano ha fatto finta che molti partigiani non indossarono ed esibirono la camicia nera sino a quando non giunse loro la cartolina di richiamo alle armi che rendeva molto, ma molto meno pericoloso rifugiarsi in montagna che non andare al fronte a combattere per la Patria ( molto rari i partigiani non compresi nell’età di leva..) Napolitano ha fatto finta di non sapere che l’apporto militare della resistenza, a confronto con la forza degli eserciti alleati. fu insignificante per l’abbattimento del Fascismo ed il volere fare apparire il contrario è millantato credito. Napolitano ha fatto finta di non sapere che per moltissimi antifascisti di complemento la “folgorazione sulla via di Damasco” avvenne solamente quando furono ben certi che la guerra si stava perdendo ed in curiosa concomitanza con il fatto che cambiando casacca c’era anche la probabilità di salvare la pelle e la carriera ( Scalfari, Dario Fo, Davide Lajolo, Giorgio Bocca ..) e se vuole gli forniremo volentieri un lunghissimo elenco di altri “illuminati sulla via di Damasco”. Napolitano ha fatto finta che non sia successo che centinaia di migliaia di “fascisti o presunti tali” furono uccisi DOPO LA FINE DELLA GUERRA dai partigiani del suo partito comunista secondo la prassi comunista internazionale che sempre ha eliminato fisicamente le opposizioni in TUTTI i paesi nei quali è andato al potere. Napolitano ha fatto finta di ignorare che la mattanza dei “Fascisti o presunti tali” durante le “radiose giornate “ coinvolse intere famiglie, donne e bambini compresi, con un’orgia di stupri e di torture da fare impallidire la santa inquisizione! Di troppe cose Napolitano ha fatto finta di non sapere ed al mio paese per coloro che si comportano in questo modo esiste un termine preciso per definirli ….

  Alessandro Mezzano

Facciamo finta che…ultima modifica: 2012-04-28T21:06:00+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento