Sanità, un buco infinito…

 3scimmie.jpgDilagano a macchia d’olio gli scandali sulla gestione della sanità ed in modo particolare quelli emersi nella regione Lombardia dove “il verginello” Formigoni dichiara a destra ed a manca di non entrarci per niente e di non saperne nulla ( il che dimostra perlomeno inettitudine ).

 

Abbiamo constatato in un passato recente, con le truffe perpetrate dalla clinica S. Rita di Milano, come si praticassero cure ed interventi non necessari e si presentassero all’incasso conti fasulli per prestazioni non effettuate. Ora pare che la cosa si ripeta per altri enti. Orbene, se ciò avviene nella regione Lombardia che resta comunque una delle più attente e controllate dalla pubblica opinione attraverso sindacati, stampa, associazioni che sono espressione di una cittadinanza attenta ed evoluta, figuratevi cosa avverrà in altre regioni dove l’attenzione è più rilassata e dove i cittadini sono più rassegnati agli intrallazzi della politica con le mafie. La sanità è un piatto ricchissimo e goloso tanto è vero che nelle regioni a maggiore densità mafiosa sono proprio le mafie ad essere quasi sempre coinvolte nella spartizione e le mafie non si muovono certamente per le briciole..! Ci pare di ricordare che la frequenza dei controlli di coerenza sui rimborsi che le ASL pagano agli ospedali, alle cliniche convenzionate e alle farmacie sia di un’esiguità incredibile tanto che le probabilità di scoprire una truffa è praticamente inconsistente. Forse se il governo Monti, anziché od oltre che mandare la Guardia di Finanza a Cortina ed a Courmaieur la mandasse con una ragionevole frequenza a controllare i destinatari dei rimborsi sanitari, le casse dello Stato ne guadagnerebbero parecchio e si manderebbero in galera tanti e tanti mascalzoni che speculano sulla salute della gente per arricchirsi ed andare poi a Cortina ed a Courmaieur a spassarsela alla faccia dei malati ..!! Data la grande entità del denaro in ballo ci sembra logico e più che probabile ( anzi certo ) che il fenomeno degli scandali, delle truffe e dei furti che si perpetrano in Lombardia sia estensibile a tutte le regioni italiane e che di conseguenza sarebbe necessario estendere controlli e indagini su tutto il territorio nazionale a rp escindere dalle “notizie di reato” per le quali interviene la magistratura, ma effettuati da parte dello Stato e del suo apparato ispettivo. Il fatto che di fronte ad una evidenza tanto palese nulla si muova invece nel senso da noi suggerito, ci fa sospettare che dietro ci siano interessi inconfessabili di gruppi politico-mafiosi che sono “intoccabili” e per i quali si applica il concetto delle tre scimmiette:” non vedo, non sento, non parlo”. Vorremmo altresì vedere quei movimenti che si dicono alternativi al sistema liberalcapitalista come il Movimento Nazionalpopolare. e Forza Nuova interessarsi attivamente del problema che è un problema etico, economico e sociale di rilevante importanza e fare le loro manifestazioni per protestare contro il governo Monti su queste cose anziché su argomenti astratti e che non incidono sulla quotidianità e sulla vita dei Cittadini. Con questo non diciamo che questi movimenti abbiano interesse a non toccare certi argomenti, ma qualcuno più malizioso di noi potrebbe anche arrivare a pensarlo e comunque, nella lotta politica è opportuno fare delle scelte ed una di queste è quella di stare con i cittadini lottando contro la politica mafiosa oppure trattare del sesso degli angeli! Invitiamo TUTTI a denunciare, manifestare e protestare per porre fine allo scandalo della sanità che oltre a sottrarre fraudolentemente denaro allo Stato, sottrae per ciò stesso servizi essenziali ai cittadini!

Alessandro Mezzano

Sanità, un buco infinito…ultima modifica: 2012-04-18T06:45:00+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento