Indignazione Farisea

boycott-israel-275x275.gifLunedì 19 Marzo a Gerusalemme, una masnada di centinaia di mascalzoni ebrei, tifosi ( falsi tifosi e veri delinquenti ) della squadra del Beitar-Gerusalemme ha invaso il centro commerciale Malha, tra i più frequentati della città, ed ha scatenato una vera e propria “caccia all’arabo” insultando, picchiando e bastonando senza fare distinzione neppure per donne e bambini.

 

La polizia Israeliana, di solito così efficiente, è intervenuta solamente dopo 40 minuti e non ha effettuato nessun arresto nonostante ci fossero le riprese, ora divulgate su internet, delle telecamere di sorveglianza. I fatti si commentano da soli e dimostrano quanto sia falsa l’affermazione israeliana di volere convivere in pace con gli arabi e quanto razzista sia invece l’atteggiamento verso i “Goym”, i “non uomini” che pure sono cittadini Israeliani! A parte la notizia, pubblicata dal Corriere della sera nelle pagine interne e dopo ben sei giorni dai fatti, non abbiamo visto né udito le reazioni dei soliti personaggi italiani e stranieri che s’indignano, che denunciano, che si stracciano le vesti e che chiedono con forza l’intervento di tutte le autorità quando viene toccato un ebreo, a condanna di un fatto che in Israele NON è un episodio isolato, ma prassi usuale e che comunque denuncia il clima di acceso e bestiale razzismo anti arabo che anima la gran parte degli abitanti ebrei di quel Paese! Tutta l’informazione nostrana, dalla Rai alle tv commerciali ai giornali sono stati volutamente complici di questa vergognosa mimetizzazione mediatica che tende sempre a sminuire l’importanza sociale e politica di certe notizie e ad ovattare l’impatto che esse potrebbero avere sulla pubblica opinione magari cambiando il giudizio prefabbricato che si tende a contrabbandare sui difficili rapporti tra sionismo e mondo arabo quando si enfatizzano i torti del secondo e si nascondono quelli del primo! Sicuramente c’entra il fatto che la potenza economica mondiale che supporta il sionismo è senza alcun dubbio molto più “convincente” di quanto lo possa essere quella di una miserabile popolazione di Palestinesi e l’esperienza ci insegna che il giornalismo puro, pulito, alla ricerca dell’obiettività e dell’oggettività delle notizie è un’utopia cui non credono più nemmeno i bambini! Per questo motivo noi denunciamo la farisaica e tartufesca indignazione anti araba di un’informazione e di un mondo culturale che s’indigna a corrente alternata solamente quando le vittime sono ebree, ma sottace e nasconde colpevolmente quando sono arabe! Come le puttane essi seguono il denaro e “pecunia non olet” ..!!

 

Alessandro Mezzano

Indignazione Fariseaultima modifica: 2012-03-29T16:17:00+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento