Napoli, inchiesta Romeo: un teste richiama in causa Rutelli…

rutelli.jpgRomeo era diretta espressione di Francesco Rutelli. Io mi trovavo in uno stato di subordinazione gerarchica e poilitica: per me era la voce di Rutelli“. Il verbale di interrogatorio di Nino Bocchetti, ex segretario cittadino di Napoli della Margherita, conferma la teoria del sistema Romeo e solleva altri dubbi sul ruolo dell’ex vicepremier del governo Prodi (che non è indagato).

Intanto la difesa di Mario Mautone, ex provveditore alle Opere Pubbliche, segna un punto a suo favore: la Corte di Cassazione, accogliendo la richiesta dell’avvocato Salvatore Maria Lepre, ha annullato senza rinvio la misura cautelare per la turbativa d’asta ravvisando l’insussistenza del fatto; ha annullato invece con rinvio al gup di Napoli per la corruzione. Mautone rimane ancora agli arresti domiciliari, ma la scarcerazione è ora più vicina.

Il verbale di Bocchetti è uno degli atti che i pm hanno depositato al Riesame in vista dell’appello contro la decisione del gip Paola Russo, che per gli indagati nell’inchiesta sul Global Service non aveva disposto la custodia in carcere ma i domiciliari. L’udienza è stata rinviata al 16 marzo. Oltre al verbale, la Procura ha depositato l’intercettazione nella quale Romeo comunica all’ex segretario cittadino della Margherita che ha ricevuto un incarico presso il ministero delle Politiche Agricole, retto all’epoca da Paolo Di Castro. Artefice della nomina – secondo l’accusa – è l’imprenditore.

 

http://www.affaritaliani.it/politica/rutelli-romeo270209.html

Napoli, inchiesta Romeo: un teste richiama in causa Rutelli…ultima modifica: 2009-02-27T16:29:09+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento