Il Segretario Generale avv. Vito Tenore e gli…….”allegati”

a3il Segretario Generale pur essendo un “nominato” della politica è il GARANTE della regolarità degli atti amministrativi, una figura sopra le parti, anche se sembra sia destinato a scomparire.
Il comune di Campobasso, anticipando i tempi, primo caso in Italia, ha depennato questa figura sostituendola con quella di un SUPER manager, lo stesso che dispensa Delibere anche nel Basso Molise. Il nostro Segretario l’avv. Vito Tenore tutt’ORA in carica, oltre a svolgere a2l’incarico di Segretario, svolge altri incarichi tra cui quello di responsabile della pubblicazione degli atti amministrativi sull’ Albo Pretorio del comune. In data 15 dicembre c.a., ieri, è stata pubblicata sull’albo pretorio la Determinazione con oggetto: LIQUIDAZIONE GETTONE DI PRESENZA AI CONSIGLIERI COMUNALI – MESE DI SETTEMBRE 2015. Questo atto amministrativo, è l’essenza di questa Amministrazione comunale, spoglio, inconsistente, a1e privo di contenuti, dove in esso vengono citati degli allegati, chiamati “prospetti” A e B senza pubblicarli. Noi comuni cittadini, degni di attenzione solo quando chiamati alle urne, non siamo degni di conoscere quanti GETTONI percepiscono i nostri Consiglieri. Spulciare una casella, con semplice click di mouse, consentendo di visualizzare i “prospetti”, è diventato un’impresa . Segretario Generale mi confonde, proprio Lei, che con spirito d’iniziativa ha anticipato (3 dicembre 2015) la voglia di TRASPARENZA del sindaco avv. Angelo Sbrocca, oggi non si preoccupa che, almeno gli atti a sua firma, vengano seguiti dagli allegati?. Purtroppo noi cittadini siamo inermi, costretti ad accettare passivamente le cose , ma a dicembre, l’ennesima PROROGA ad “Interim”, non credo scenderà giù facilmente.
P.S. E’ imbarazzante leggere nell’oggetto, liquidazione mese di settembre e poi scoprire che verrà liquidato anche luglio.
Stoico Ciro

Il Segretario Generale avv. Vito Tenore e gli…….”allegati”ultima modifica: 2015-12-16T13:46:43+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento