Parco comunale, Marinucci: “Controllo, vigilanza e attenzione per far rivivere il cuore pulsante della città”

PARCOTERMOLI – “Come dar torto a quel che dice un padre termolese in merito allo stato di abbandono e degrado del parco della città? Come non poter essere d’accordo con il disagio che un padre vive portando il proprio figlio a giocare in una delle zone che dovrebbe essere il cuore pulsante di Termoli e che invece si trova davanti uno spettacolo di incuria e fango?”. Ad affermarlo è il candidato sindaco Paolo Marinucci a seguito della nota inviata alla stampa da un cittadino che lamenta proprio la negligenza di chi doveva curarsi del verde pubblico e mai lo ha fatto. “Dallo scorso luglio, da quando è stato firmato il contratto di concessione tra l’Amministrazione Di Brino e l’Ati “Vivere il Parco”, da consigliere di minoranza ho sollevato più volte la questione, cercando di far luce su un bando che è stato scritto ed approvato in tutta fretta per togliersi il “peso” dell’area verde; cercando di portare all’attenzione la incapacità stessa di gestione del Parco. Ha ragione quel padre che non può far vivere una giornata di svago al suo bambino in un’area verde pubblica; ha ragione quel genitore che si preoccupa di non poter utilizzare spazi pubblici perché, a fronte di tante parole, i fatti mostrano una realtà completamente diversa. Come fatto da consigliere di opposizione, continuerò nel mio mandato da primo cittadino se gli elettori mi daranno modo di governare – come sono certo! La mia amministrazione si farà carico della revisione e del controllo della convenzione messa in essere dalla passata amministrazione che, incapace di gestire e tutelare il parco, ha preferito affidarlo ad esterni; vigileremo e controlleremo che chi gestisce il Parco di Termoli abbia effettivamente cura e passione per il bene comune, per arrivare a ridiscutere la convenzione nel caso si ritenesse doveroso e necessario; rivitalizzeremo l’area già con la rimessa in funzione della piscina oltre a portare avanti iniziative ed attività che possano restituire a Termoli il cuore pulsante della vita cittadina, punto di incontro, confronto e socializzazione fondamentale per le famiglie ed i bambini. Non ho mai preso in giro i miei concittadini – conclude Marinucci -. Per anni mi sono battuto affinché il primo obiettivo dell’amministrazione fosse il cittadino ed il bene comune e lo dimostrano le tante battaglie e tutti gli atti prodotti a tal fine. Da primo cittadino, il mio impegno non potrà che triplicarsi”.

Parco comunale, Marinucci: “Controllo, vigilanza e attenzione per far rivivere il cuore pulsante della città”ultima modifica: 2014-04-29T15:53:48+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento