Controlli Radon, “la Giusta scuola” rivendica la paternità

RadonTERMOLI – “Le richieste sul gas radon e sui lavori nella scuola elementare di via Po sono state fatte da noi, protocollate presso gli enti competenti, e non da Cittadinanzattiva”. La Giusta scuola entra nel merito della notizia sull’inizio dei controlli e interventi. “In data 6 novembre 2013 abbiamo fatto una richiesta per l’estensione del monitoraggio e controllo della presenza di gas Radon presso l’edificio scolastico della scuola elementare di via Po, inviata al dirigente scolastico, e per conoscenza al sindaco e alla Prefettura di Campobasso. Abbiamo avuto la risposta l’11 novembre, e il sindaco era d’accordo in base al decreto legislativo 241 del 26 maggio per il certificato Radon alle scuole. Lunedì 17 febbraio – continua la nota de “La Giusta scuola” – si è tenuto un incontro a porte chiuse con Belpulsi, Russi e Di Brino, che ha annunciato che sarebbe partito il monitoraggio. Per quanto riguarda gli interventi per l’iniezione di resina, abbiamo presentato una proposta e il 19 novembre 2013, in un incontro con i genitori, abbiamo richiesto l’irrigidimento dei nodi delle travi appoggiate ai pilastri”. Infine sottolineano che:”Anche i lavori per la risistemazione del recinto della scuola sono stati realizzati dopo una nostra richiesta”.

 

Controlli Radon, “la Giusta scuola” rivendica la paternitàultima modifica: 2014-02-27T14:40:47+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento