Un fulmine colpisce antica abbazia, si stimano i danni

Fulmine 2TREMITI (FOGGIA) – Si stimano i danni nella storica abbazia di Santa Maria a Mare situata nel punto più alto dell’isola di San Nicola dell’arcipelago Diomedeo colpita e danneggiata da un fulmine che ha divelto il crocifisso anteriore e danneggiato in modo grave la facciata. Inizialmente gli isolani hanno pensato ad una esplosione, ma è bastato poco per capire cosa fosse realmente accaduto La testimoniianza della potenza del fulmine che si è abbattuto sul luogo di culto sono alcuni massi, del peso di un quintale ciascuno, catapultati a circa 20 metri di distanza. Gravemente compromesso risulta il timpano con tutti i suoi elementi: sbriciolato il cornicione, danneggiato il rosone frontale, divelta la croce posta sulla sommità della chiesa. Implosi anche gli impianti elettrici della struttura. L’ingresso dell’edificio è stato transennato in quanto potrebbero esserci pericoli di crolli. Ma la conta dei danni sembra destinata a salire perchè si teme che possa essere stato danneggiata anche la travatura del solaio. Inoltre i due pilastri posti all’ingresso dell’edificio sacro mostrano una lesione che corre su tutta la lunghezza. In giornata è atteso l’arrivo dei vigili del fuoco che dovranno mettere in sicurezza l’intera area. Un intervento richiesto con la massima urgenza, alla luce del valore storico e artistico del bene, oltre che simbolico per tutta la comunità tremitese.

 

Un fulmine colpisce antica abbazia, si stimano i danniultima modifica: 2013-11-30T11:26:26+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento