Attività carabinieri Comando provinciale di Campobasso

Carabinieri.jpgBASSO MOLISE – A Campomarino i carabinieri  della locale Stazione, unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile delle Compagnie di Termoli e Larino,  sono intervenuti la scorsa notte in contrada “Cocciolete” poiché la società Enel aveva segnalato il furto, ad opera di  ignoti, di cavi elettrici in rame di media tensione, successivamente quantificati in mt. 1.000 (mille) circa, per complessivi kg. 250.

L’immediata attuazione del piano straordinario di controllo del territorio, ha permesso ai militari operanti di rinvenire nella suddetta contrada, occultata nella fitta vegetazione, l’intera refurtiva asportata, che veniva restituita agli aventi diritto.  A Trivento i militari della locale Stazione carabinieri hanno segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Campobasso, quale assuntore di sostanze stupefacenti, S.A., 25enne del luogo, in quanto trovato in possesso, all’esito di perquisizione personale, di un grammo circa di sostanza di verosimile natura stupefacente del tipo “hashish” che veniva sottoposta a sequestro. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Larino hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza S.F.,  33enne rumeno, il quale veniva controllato in San Martino in Pensilis mentre era alla guida della propria autovettura Mazda 6 e risultava positivo al test dell’etilometro con un tasso di 2,58 gr/lt; la patente di guida veniva ritirata e l’automezzo sottoposto a sequestro amministrativo. A Campolieto i militari della locale Stazione, a conclusione delle indagini scaturite dalla querela presentata da un imprenditore 34enne del luogo, hanno denunciato per molestia e disturbo alle persone D.L.P.G., 52nne da Cercola (NA); la donna avrebbe molestato il denunciante, peraltro a lei sconosciuto, attraverso continue telefonate anonime, anche notturne, effettuate presso l’abitazione del predetto.

Attività carabinieri Comando provinciale di Campobassoultima modifica: 2013-05-10T15:14:00+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento