Roma: Iannone, abbiamo dato fastidio a qualcuno ma CasaPound non si lascia intimidire

casapound_italia.jpgRoma: Iannone, abbiamo dato fastidio a qualcuno ma CasaPound non si
lascia intimidire

Roma, 14 aprile – ‘’Abbiamo dato fastidio a qualcuno. Non sappiamo a
chi, potrebbero essere tanti. Noi non puntiamo il dito contro nessuno.
Ma qualunque follia ci sia dietro tutto questo, l’unica cosa certa è
che CasaPound Italia non si lascia intimidire. Continueremo ad andare
avanti sulla nostra strada, con la determinazione e la serenità di
sempre, consapevoli del valore e dell’importanza delle nostre
battaglie’’. A parlare è Gianluca Iannone, presidente di CasaPound
Italia, in questi giorni impegnato in Kenya insieme alla Onlus
‘Solidarité identite’ in una missione di solidarietà internazionale a
favore di alcuni orfanotrofi di Nairobi, in relazione a quanto
accaduto ad Andrea Antonini, vicepresidente di CasaPound Italia e
consigliere di Cpi nel XX Municipio di Roma, ferito questo pomeriggio
da due colpi di arma da fuoco mentre percorreva in scooter via
Flaminia.

‘’CasaPound – afferma Iannone – ha oltre cinquanta sedi in tutta
Italia, ha occupato decine di palazzi pubblici e privati dal Nord al
Sud del Paese, è scesa in campo con azioni concrete e d’impatto a
favore dei soggetti più deboli, come disabili e detenuti, ha portato
avanti proposte fattive e realizzabili che, se messe in atto,
potrebbero essere un enorme passo avanti per risolvere una questione
tragica come l’emergenza abitativa. Soprattutto, si è posta come un
soggetto politico fuori dagli schemi e dagli schieramenti, capace di
confrontarsi con chiunque voglia ragionare sui problemi reali del
paese. Evidentemente, tutto questo non è piaciuto. A chi ci vuole
chiudere la bocca rispondiamo, come sempre, a volto scoperto e con le
maniche rimboccate, che tutto questo non ci spaventa e che andremo
avanti, e più avanti ancora. Ad Andrea vanno i nostri auguri di pronta
guarigione. Lo aspettiamo per affrontare insieme nuove battaglie’’.

Roma: CasaPound, motivo agguato è in nostre battaglie sociali

Roma, 14 aprile ”La ragione di quanto accaduto è sicuramente nelle
nostre battaglie sociali, a cominciare da quella che ci vede in prima
linea contro la gravissima emergenza abitativa che vive la nostra
città”. Così Simone Di Stefano, vicepresidente, con Andrea Antonini,
di CasaPound Italia, spiega i motivi che secondo l’associazione si
nascondono dietro il ferimento del consigliere del XX Municipio.Di
Stefano, che è stato a trovare Antonini all’ospedale Sant’Andrea,
esclude che l’agguato possa essere maturato negli ambienti
dell’estrema destra, ma non accusa nemmeno l’area antagonista.

”Noi non puntiamo il dito contro nessuno – spiega – Vedremo,
valuteremo. Quello che è certo è che si è voluto colpire chi è
impegnato per la giustizia sociale”.

Di Stefano ha anche raccontato che Antonini, appena resosi conto
dell’accaduto, ha pensato a un errore di persona. ”la prima cosa che
ho pensato è che mi hanno scambiato per qualcun altro”, gli ha detto
Antonini durante il breve colloquio che i due hanno avuto in ospedale.
”Andrea sta bene e tra due ore sarà dimesso – ha comunque tenuto a
sottolineare Di Stefano – E questa è la cosa che conta”.


La Bellezza è nell’Azione!

Circolo Futurista Casal Bertone
Direzione e Sede:
Roma – Via degli Orti di Malabarba, 15/a
cell. +39 340 30 25 810
tel/fax  06 64 26 03 55
E-mail: circolofuturista@gmail.com
Sito internet: www.circolofuturista.org
Facebook: digitare “circolo futurista”

Roma: Iannone, abbiamo dato fastidio a qualcuno ma CasaPound non si lascia intimidireultima modifica: 2011-04-16T05:20:01+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento