AREA DEI POPOLARI EUROPEI

AREA DEI POPOLARI EUROPEI PER IL POPOLO DELLA LIBERTÀ

albertomontano.jpgAlla conclusione (?) della crisi comunale, dopo giorni e giorni di confusione politica e mediatica, quando si è posata tutta la polvere dell’ implosione della maggioranza di sinistra, quello che ancora una volta è risultato evidente agli occhi di tutti è la sorprendente incoerenza e vocazione al suicidio politico di massa del Partito Democratico. Non si può dimenticare infatti che la crisi, trascinata per due anni, è alla fine esplosa per la presa di posizione dei quattro consiglieri del PD che, bocciando il rendiconto di gestione dell’anno 2007, hanno voluto prendere le distanze dal modo con cui Greco e la sua giunta avevano condotto l’amministrazione comunale. Questa bocciatura era giustamente accompagnata dalla richiesta di  rompere con quanto sino ad allora era stato fatto e di avviare un nuovo percorso, con una nuova giunta, nel segno di una discontinuità amministrativa e politica rispetto all’andazzo con cui Greco aveva sino ad allora amministrato.  Un’ importanza fondamentale veniva data all’interruzione di una vicenda senza eguali in nessun posto del mondo e cioè che non solo un Sindaco eletto per amministrare la cosa pubblica continuasse a fare il notaio nella stessa città che amministrava, ma che avesse preteso di continuare a gestire personalmente la delega all’Urbanistica,  occupandosi così degli affari privati di cittadini e imprese al mattino e degli stessi cittadini e delle stesse imprese nelle stanze del comune al pomeriggio. Questo genera un possibile conflitto di interessi continuato e ripetuto che è estremamente pericoloso e dannoso per un amministratore pubblico chiamato a governare con trasparenza. La richiesta quindi dei consiglieri del PD non solo era coerente, ma sarebbe stato finalmente un gesto di significativa discontinuità con quanto sino ad allora avvenuto e mi sembrava che fosse stato compreso e sostenuto dai dirigenti politici del PD. Che cosa è invece accaduto lo conosciamo e sappiamo che ancora una volta Greco è rimasto abbarbicato all’Urbanistica dove evidentemente prova troppo piacere ad occuparsi da solo degli intrecci di interessi pubblici e privati di cui si nutre questa materia. Onore al merito per la coerenza, l’onestà intellettuale e l’integrità di principio va quindi certamente tributato ai due consiglieri Colella e Paparella che sono rimasti soli ma saldi nelle loro posizioni, dimostrando che vi sono ancora persone non disposte a barattare la propria dignità politica e personale per un piatto di lenticchie. Lo stesso non mi sembra possa dirsi della dirigenza del PD e di altri consiglieri.  

 

Area dei Popolari Europei per il Popolo della Libertà 

 Il Coordinatore Politico                                                                                                  

Alberto Montano

AREA DEI POPOLARI EUROPEIultima modifica: 2008-11-03T17:05:00+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento