POLITICHE SOCIALI

Politiche sociali.jpgTERMOLI POLITICHE SOCIALI – AL VIA “LA BOTTEGA DEI MESTIERI”, FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE ARTIGIANALE

Parte “La Bottega dei Mestieri”, progetto ideato e promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali allo scopo di favorire l’inserimento lavorativo di 16 soggetti con disagio economico che deriva dalla disoccupazione. Il progetto, approvato con Delibera di Giunta comunale è rivolto a sostenere le fasce più deboli della popolazione attraverso la formazione professionale nel settore dell’artigianato. Partecipando alla “Bottega dei Mestieri”, i soggetti adulti in situazioni di “debolezza” aderiranno così a un percorso formativo – educativo all’interno di realtà produttive che favorirà l’apprendimento di specifiche mansioni lavorative. I 16 partecipanti al progetto saranno così suddivisi tra le tre aziende di Termoli che hanno aderito all’iniziativa: Azienda Sitam di Maria Iubetti: corso di taglio e cucito per 11 ragazze rom; Bottega del Restauro del Mobile di Cristina Bagnoli:apprendimento dell’arte del restauro per 3 partecipanti; Orafo Tamburrini: apprendimento dell’arte orafa per 2 partecipanti. Il progetto avrà la durata di sei mesi, fino al 31 marzo 2009 (salvo proroghe) e si svolgerà all’interno dell’impresa artigiana sotto la guida del “Maestro artigiano” che gestirà l’intero progetto. Antonio Russo, Assessore alle Politiche Sociali, commenta soddisfatto:

“La ‘Bottega dei Mestieri’ rappresenta un esempio concreto di attivazione di nuove forme di solidarietà basate sull’inclusione sociale. Grazie alla partecipazione delle imprese artigiane del territorio, sarà offerto alle persone che vivono da tempo una situazione di disagio economico e sociale un percorso formativo finalizzato al reinserimento nel tessuto sociale con nuovi strumenti e conoscenze professionali. Continua, così, l’opera di costruzione del ‘Patto di solidarietà’ portata avanti con grande impegno dalla nostra Amministrazione Comunale”.

POLITICHE SOCIALIultima modifica: 2008-10-31T15:59:00+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento