L’amministrazione Sbrocca ha partorito un “elefante”

1Ancora una conferenza stampa, la seconda e a distanza di quasi un anno dalla prima, per riannunciare i lavori di riqualificazione del parco comunale. Da cittadino/genitore non posso che esserne felice ma d’altro canto non posso esimermi da esprimere un giudizio oggettivamente negativo sull’ iter 2amministrativo intrapreso. Da settembre 2015, mese in cui la comunità rientrata in possesso dell’area, ad aprile 2017, mese in cui vengono appaltati i lavori, sono intercorsi 20 mesi. Un tempo inaccettabile e incomprensibile le cui responsabilità sono attribuibili esclusivamente a questa amministrazione. Nel lontano gennaio 2016 la struttura tecnica redige un progetto con allegato la relazione tecnica, quadro economico, ect. Sulla scorta di quest’ultima documentazione nel mese di maggio 2016 viene firmato un verbale d’intesa tra il comune di Termoli e la Teramo Ambiente con il quale si stabilisce di 3utilizzare le risorse sin d’ora non spese per la comunicazione (2% del canone annuo) e destinarli ai lavori del parco. Al verbale segue una deliberazione di giunta (n° 139 del 31 maggio 2016) con la quale si approva il verbale d’intesa ed il progetto dei lavori ( 370.000,00 euro di cui euro 289.639,15 a carico della Te.Am) . Ne segue una conferenza stampa che preannuncia i lavori imminenti al parco comunale a cui partecipa oltre al sindaco Sbrocca, gli assessori e consiglieri, l’Amministratore unico dell’azienda teramana Luca Ranelli. Cosa sarà successo da maggio 2016 ad aprile 2017??? Sono  venuti al pettine la superficialità, l’incapacità, la negligenza di questa amministrazione . In 4primis i lavori non erano previsti nella programmazione triennale (2016-2018) ne tanto meno inseriti nell’elenco annuale e per questi motivi tra novembre e dicembre del 2016 l’amministrazione comunale (giunta/consiglio) è stata costretta ad approvare le varianti . Secondo, il progetto approvato dalla giunta era “inconsistente” e monco di documentazione, tant’è che è stato totalmente rivisitato. Terzo il costo dei lavori a carico della Teramo Ambiente è passato 289.639,15 a 238.639,15 quasi 60.000 mila euro in meno (mea culpa???). In merito a quest’ultimo dato credo sia necessario un approfondimento, ad oggi per quello che mi consta non vi è nessun atto che modifichi il 5verbale d’intesa sottoscritto. Infine e, considerato che al peggio non vi è mai fine, è doveroso evidenziare un ulteriore criticità, nel parco è presente :”un apparato di pompaggio della rete fognaria, che non è in grado durante le precipitazioni piovose di convogliare tutte le acque in esse confluenti, con conseguente periodica fuoriuscita all’esterno di reflui IN DEPURATI inondando le aree circostanti (nota ASREM- Dipartimento di Prevenzione) ”

P.S. a quest’ultima conferenza stampa era ASSENTE l’amministratore unico della Te.AM 6credo per una questione di opportunità e PRESENTE il Funzionario del comune ing. Bove . Volendo dare una spiegazione, PERSONALE, voglio preannunciare che la Te.am si aggiudicherà il servizio di “raccolta differenziata” e il funzionario diventerà il nuovo Dirigente ai LL.PP.

Ciro Stoico

L’amministrazione Sbrocca ha partorito un “elefante”ultima modifica: 2017-04-13T17:04:58+00:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento