Consiglio comunale del “06 maggio 2016” Atto III con “SANATORIA”.

1Tra i 10 punti all’ordine del giorno trattati nel Consiglio comunale tenutosi il 06 maggio scorso vi era anche l’approvazione della variante al Piano Regolatore Generale del cimitero. La variante approvata dal Consiglio ha modificato la destinazione d’uso di una “stecca” di terra destinata alla realizzazione di edicole funerarie, destinandola alla costruzione di 3 sub blocchi da 40 loculi cadauno. Questo passaggio amministrativo è obbligatorio e propedeutico per consentire la realizzazione dei 3 sub blocchi, salvo scoprire che uno di essi è stato già realizzato. Prima l’opera e poi la VARIANTE. Già nei mesi precedenti 2avevo espresso delle criticità in merito alla realizzazione di questo blocco loculi “provvisori”. Criticità non riscontrate dall’ex Dirigente ing. Caruso in quanto l’opera aveva carattere provvisorio e la platea di fondazione (costo euro 7.459,80) realizzata per appoggiarvi i loculi prefabbricati, sarebbe stata utilizzata successivamente per la realizzazione delle edicole funerarie, come si evince dal verbale della IV commissione consigliare LL.PP. tenutasi in data 10 gennaio 2016 (in allegato). Fatto curioso nel verbale si legge che l’ing. Caruso è intervenuto come “Staff LL.PP”. Contrariamente a quanto sostenuto dall’ex Dirigente la variante ha trasformato il carattere provvisorio dell’opera in “PERENNE”.
Questa trasformazione è stata preceduta dall’integrazione dell’ iter amministrativo percorso per la realizzazione dell’opera “provvisoria” e adeguata alle norme previste per la realizzazione di nuovi blocchi loculi? Sono stati chiesti tutti i pareri previsti, uno su tutti quello AMBIENTALE?
Credo che questa vicenda si vada a collocare nella storia di questa città come una delle pagine più buie.

Ciro Stoico

Consiglio comunale del “06 maggio 2016” Atto III con “SANATORIA”.ultima modifica: 2016-05-11T18:03:41+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento