I costi della politica……..dentro i fatti

1Provo profonda amarezza quando leggo su un quotidiano locale, “Primonumero” che:” ….è normale che siano le regioni meno popolate ad avere un maggiore impatto pro capite su queste spese”.
In Molise la spesa pro capite, per mantenere l’apparato politico è di 53.50 euro, praticamente quasi il TRIPLO, rispetto al costo pro capite della Puglia. Si legge ancora che la spesa a livello nazionale è diminuita, senza però entrare nel merito. Perché è diminuita?. Sicuramente non grazie alla chiara volontà dei politici, ma solo alla spinta e all’indignazione dei cittadini. Si parla sempre di FATTI e mai SUI FATTI. In Molise, le Iene e Report hanno realizzato numerosi servizi sull’argomento, la puntata su “Vincenzo il Portaborse” è ancora impressa nella mente di tutti.
Ma per meglio comprendere PERCHE’, il costo pro capite in Molise è il secondo/terzo più alto d’Italia vi enuncerò di un caso tutto NOSTRANO.
Premesso che il Decreto LGS 267/2000 prevede che l’Ente, in questo caso il comune di Termoli, rimborsi le aziende, delle assenza/permesso dei propri dipendenti, chiamati a espletare i compiti del proprio mandato politico, durante l’orario di lavoro.
La NET ITALIA srl, per i motivi sopra esposti, ha chiesto al comune di Termoli, il rimborso per le assenze del suo dipendente riferite al periodo luglio – settembre 2014. La somma richiesta è pari a 6139,41 euro. Considerato che ad agosto le attività politiche sono interrotte, il rimborso richiesto è di circa 3000,00 euro mensili.
Il dipendente della NET ITALIA srl che svolge l’ attività politica, partecipando alle Commissione o Consiglio Comunale, ha diritto al GETTONE di PRESENZA. Quindi alla comunità termolese questo consigliere, tra rimborsi e gettoni, costa quasi 4000,00 euro al mese.
Il nome del consigliere in questione è FRANCESCO DI GIOVINE.
E’ opportuno sottolineare, che il consigliere comunale FRANCESCO DI GIOVINE riveste due incarichi nella società NET ITALIA srl, uno come DIPENDENTE e l’altra come TITOLARE.
Come dipendente usufruisce dei permessi e GETTONI DI PRESENZA, come titolare, dei RIMBORSI.
Considerato che i permessi sono rilasciati dall’azienda per il tempo STRETTAMENTE NECESSARIO per partecipare ad una Commissione o Consiglio, mi chiedo se il consigliere FRANCESCO DI GIOVINE oltre ad essere uno STATISTA della politica è anche un’ TOP MANAGER con uno stipendio con parecchi zeri…….

P.S. Se è un diritto chiedere è un DOVERE INFORMARE tutti i cittadini.

Ciro Stoico

I costi della politica……..dentro i fattiultima modifica: 2015-08-31T16:39:07+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento