Ambiente e biomasse, il consigliere comunale Virgilio Spina replica al comitato Arcobaleno

Ambiente.jpgBOIANODovrebbe essere chiaro a tutti che non vi può essere alcun tipo di confronto senza il rispetto delle più elementari regole democratiche. Fra queste, quella che riconosce al proprio interlocutore una legittima differenza di opinione. Proprio il rispetto delle differenti opinioni altrui, infatti,  resta l’unico requisito necessario per lo sviluppo di un confronto serio e fattivo su qualsivoglia tematica di natura politica, sociale, civica.

Requisito imprescindibile, per dar vita a qualsiasi tipo di azione politica messa in campo da movimenti, partiti e comitati di vario genere. Resto quindi esterrefatto ogni qualvolta ci siano tentativi aberranti di prevaricazione fondati sul non riconoscimento di possibili differenze di opinioni. E’ il caso del comunicato del Comitato Arcobaleno, apparso ieri l’altro su alcuni quotidiani locali. Trovo preoccupanti i toni utilizzati nei confronti del consigliere regionale Di Laura Frattura, poco consoni a chi si erge a paladino della coscienza civica e della tutela del proprio territorio. Non sta a me difendere Frattura, lo farà da sè, se ce ne dovesse essere bisogno nelle sedi che riterrà più opportune. Quello che più mi preme è, nella duplice veste di amministratore comunale e di cittadino,  la salvaguardia della possibilità sacrosanta di esprimere le proprie opinioni senza essere tacciati di provocazione. La posizione dell’IDV sulle centrali a Biomasse è chiarissima ed e stata anche da me ribadita in più occasioni, siamo favorevoli all’istallazione di centrali a biomasse di piccole dimensioni, purché rispettino tutti gli standard previsti dalla normativa vigente, Europea e nazionale, sia in merito alla loro istallazione, che per quanto riguarda i controlli relativi al loro funzionamento. Riteniamo indispensabile, inoltre, che esse debbano essere assolutamente compatibili con la vocazione naturale del territorio. In questa logica riteniamo indispensabile che la Regione Molise proceda ad una programmazione che stabilisca in maniera certa la zonizzazione del territorio, tenendo conto delle linee guida emanate dal Ministero dell’Ambiente. Ribadito ciò, e ben disponibile a qualsiasi confronto sulla necessità e sull’opportunità di istallazione di centrali a biomasse sul nostro territorio, ritengo che certi attacchi sianodiscordanti con l’intenzione di tutelare e difendere il proprio territorio. Danno anzi la stura a forme di strumentalizzazioni politiche di cui il nostro territorio non ha proprio bisogno! Mi riferisco in particolare agli ambientalisti dell’ultima ora, che provano a cavalcare la legittima protesta del Comitato Arcobaleno, instaurando un clima di caccia alle streghe e di terrorismo ambientale, funzionale e utile solo al perseguimento dei propri ed esclusivi interessi elettorali. Lontano da logiche di natura esclusivamente elettorale, propri dei clan locali della politica, rinnovo l’invito al Comitato Arcobaleno ad un confronto democratico sui temi dell’ambientalismo, nel massimo rispetto delle diversità d’opinioni e con l’unico obiettivo della tutela del territorio matesino.

 

Virgilio Spina

Ambiente e biomasse, il consigliere comunale Virgilio Spina replica al comitato Arcobalenoultima modifica: 2012-11-30T14:50:00+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento