IL MONUMENTO AI CADUTI

25161b9f91efce34faa72772264bd6ca.jpg

AI SUOI EROI DI TERRA E DI MARE NELLA GRANDE GUERRA DELLE NAZIONI MORTI SANTAMENTE PER L’ITALIA INSEGNANDO AI CONCITTADINI CHE DIFENDERE LA PATRIA E’ DOVERE MORIRE PER LEI E’ VIVERE ETERNO TERMOLI RICONOSCENTE

 

 

 

LA STORIA

Il monumento ai caduti termolesi della grande guerra di redenzione, appare solenne e maestoso nella sua sobria ed austera bellezza, nell’ampia piazza Vittorio Veneto. Un piedistallo di pietra bianca sorregge un gruppo bronzeo, rappresentante un milite romano, che s’aderge fieramente col petto, nell’atto di difendere con la daga una matrona (personificazione di Termoli) la quale posa la mano in segno di protezione sul capo del legionario. Entrambe le figure schiacciano col piede un mostro marino, l’odiato nemico. Autore del monumento è il nostro illustre conterraneo professor Enzo Buchetti di Campobasso. L’epigrafe, romanamente semplice è stata dettata dall’illustre concittadino professor Gennaro Perrotta, filosofo e saggista.

tratto dal sussidiario “A spasso pe termoli” del 1990  

IL MONUMENTO AI CADUTIultima modifica: 2008-06-25T11:45:00+02:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento