Consiglio comunale e “la Montagna”

14355625_1169657846449690_3704137010886945572_nLo svolgimento dell’assise comunale tenutasi nella sala consiliare del palazzo di città in data odierna (07 ottobre 2015) ha subito un ritardo oltre a quello “consentito” dovuto alla presenza di una delegazione di lavoratori dello zuccherificio che dopo un corteo hanno chiesto ed ottenuto un incontro con il sindaco. Atto dovuto da parte dei lavoratori considerato che il sindaco e presidente del Cosib Sbrocca ha preferito disertare il presidio organizzato dai lavoratori per scongiurare l’imminente mobilità. L’assenza è stata motivata dall’avvocato Sbrocca:”Andrò quando avrò notizie concrete “…altrimenti le mie saranno solo parole vuote di solidarietà che però si possono esprimere in ogni momento e con ogni mezzo”. Mi chiedo, le parole pronunciate dal nostro Vescovo De Luca recatosi al sit-in davanti lo zuccherificio erano vuote o piene? La Presenza del nostro pontefice ad Amatrice ha prodotto effetti nonostante lo stesso non avesse notizie concrete sui risvolti futuri? Contrariamente ai fatti sopra descritti domani il nostro sindaco avv Sbrocca con una delegazione di consiglieri parteciperà alla visita guidata ai comuni di Vasto ed Atessa organizzata dalla ditta De Francesco Costruzioni s.a.s.
Dopo questa premessa DOVEROSA è opportuno ritornare al consiglio odierno. Tra i vari punti all’ordine del giorno vi era la variazione di bilancio. Praticamente fondi preventivamente assegnati a dei capitoli sono stati distolti e utilizzati per implementare il “polpettone” estivo, circa 60.000 euro. Di fatto siamo passati dai famigerati 160.000 sbandierati in conferenza stampa divenuti quasi immediatamente 170.000 euro fino a prendere atto che i soldi spesi sono stati 230.000 euro. Dai vari interventi, tutti dei consiglieri di minoranza, in quanto quelli di maggioranza non hanno professato parola in merito, è emerso che dei circa 60.000 distolti non è ben chiara la destinazione. Inoltre sembrerebbe che siano stati assegnati alla Proloco 53.800 euro per organizzare alcuni eventi fuori “cartellone”. Nel merito per l’Amministrazione è intervenuto l’assessore Gallo in sostituzione dell’assessore Ferrazzano, che per impegni personali ha disertato il consiglio. Apra parentisi “Questa assenza come sarà stata valutata dal nostro sindaco considerato che per lui la presenza è un atto dovuto e che non ci sono impegni che tengano?” chiudo parentesi. L’assessore Gallo senza entrare MAI nel merito ha dichiarato che non ci sono stati aumenti di spesa per l’Ente ma solo un cambio di “destinazione”. E’ doveroso precisare che il pareggio di bilancio è un OBBLIGO di legge e non è una scelta. Nel proseguo dell’intervento l’assessore ha elencato tutti i soldi spesi dell’amministrazione Di Brino citando anche un contributo di 16000 euro per il concerto a pagamento di Mario Biondi. E’ opportuno ricordare all’assessore Gallo che l’assessore al turismo e sport della Giunta di Brino era l’avv. Cocomazzi il fratello della consigliera di maggioranza di questa amministrazione. Infine ha sostenuto che l’ UTILIZZO della Proloco era necessario in quanto gli artisti pretendevano il saldo anticipato. In merito di quest’ultima vicenda ne parleremo in seguito dopo aver preso atto di tutte le note della Proloco inoltrate alla Struttura Tecnica del comune.

P.S. C’è tempo per tutte le cose
Ciro Stoico

Consiglio comunale e “la Montagna”ultima modifica: 2016-10-08T04:45:35+00:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento